[Organizzazione] Linux Day secondo me(tm)

Roberto -MadBob- Guido bob4mail a gmail.com
Mar 16 Ott 2007 01:01:16 CEST


-----BEGIN PGP SIGNED MESSAGE-----
Hash: SHA1

Luigi wrote:
> Per tutti gli altri
> chiarimenti, precisazioni, insulti scrivete qui sotto.
> 
Dunque: le questioni sono tante, tanti i miei punti di accordo ma
altrettanti quelli di disaccordo.
Questa mail potrebbe essere privata ma preferisco inviarla
pubblicamente, per sentire anche l'opinione degli altri: trattandosi di
tematiche di ampia portata, meglio confrontarsi tutti insieme.

Quello che tu proponi e', sostanzialmente, uno stravolgimento
dell'andamento del Linux Day. Sia ben chiaro, la tua posizione non mi
sembra affatto errata, e neppure dico che "il Linux Day s'ha da fare
cosi'", ma tre cose mi turbano assai:

- - da che ne sappia io, il Linux Day (e non solo quello torinese) e'
sempre stato fatto cosi'. Sempre c'e' stata una serie di talks e sempre
c'e' stato un LIP. Chiaramente non e' per forza il metodo migliore (e ci
mancherebbe!), ma scardinare un modello collaudato nell'arco di sei anni
(questa se non erro e' la settima edizione della manifestazione
nazionale) da centinaia di persone *dieci* giorni prima dell'evento
stesso mi preoccupa un poco. Nessuno di noi e' preparato ad affrontare
una cosa del genere (il "LAP", una mole indefinita di talks improvvisati
ed autogestiti...), gia' sara' una faticata gestire centinaia di persone
nel modo tradizionale...

- - l'intero movimento di organizzazione si e' sinora (ovvero: da piu' di
due mesi) mosso in una ben definita direzione, tutto il materiale
promozionale e' stato prodotto in funzione di tale approccio, si e'
sempre parlato del Linux Day come la classica sfilza di talks e LIP.
Cambiare le carte in tavola adesso (ribadisco: *dieci* giorni prima
dell'evento) inevitabilmente si risolverebbe in un fallimento, in quanto
coloro che sono stati informati in un certo modo non trovano quello che
si aspettano e quelli che avrebbero potuto contribuire nei modi da te
opinati non hanno il tempo di organizzarsi.

- - duole ammetterlo, ma tutti gli interessati a lavorare sul Linux Day
sono *gia'* qui o comunque sono stati ampiamente informati della cosa.
Siamo una ventina, e siamo soli. Credi davvero che "la fuori" ci sia
ancora qualche linuxaro che non sappia che il 27 ottobre c'e' il Linux
Day, non abbia fatto una mezza ricerca su Google per vedere cosa si
stava combinando a Torino e non sia incappato su questa lista? Le
persone interessate sono tante, tantissime, ma quelle che hanno le palle
per dare un contributo concreto (vuoi con un intervento, vuoi rivestendo
il ruolo di assistente) sono gia' state tutte coinvolte. Le probabilita'
di trovarsi di punto in bianco uno che salta fuori dicendo "Io faccio
vedere questo e quest'altro, mettetemi in bacheca!" sono talmente basse
che e' piu' credibile che un meteorite devasti la Cascina il giorno prima.

Menzioni l'HackMeeting (e non a caso, sappiamo noi perche' ;-) ), ma
l'HackMeeting e' una cosa totalmente diversa: non esiste un "pubblico",
chi partecipa e' anche chi fa (a parte i sempre maggiori turisti che
arrivano a far foto... Vabbe'...), non c'e' nessuno da "informare"
perche' gia' tutti sanno quali sono i perni della manifestazione (la
condivisione, l'hackish, l'autismo, il risvolto politicizzato...) e chi
non lo sa si arrangia, nessuno si turba piu' di tanto a vedere i talks
saltare dalla tabella uno dopo l'altro (visto quest'anno: si sara'
tenuto si e no la meta' di quanto annunciato...) perche' si sa che e' il
minimo che ci si puo' aspettare...

Ripeto: l'approccio che suggerisci non mi sembra a priori sbagliato,
anzi e' assai interessante, ma presupponendo un totale sconvolgimento di
una manifestazione che coinvolgera' (e' lecito crederlo, o quantomeno
sperarlo) non meno di un migliaio di persone ci andrei cauto,
soprattutto *dieci* giorni prima.

Teniamo per buone le proposte, ragioniamoci anche, ma se le vogliamo
applicare teniamole a mente per il prossimo anno, quando potremo
iniziare a lavorarci da settembre.

- --
+--- -- -                                                 --  ----+
|   Roberto -MadBob- Guido ---+--- bob4mail[AT]gmail.com          |
|                             +--- madbob[AT]jabber.linux.it      .
.                             |
    Step #1 in programming:   +--- http://madbob.homelinux.com    |
|      understand people      +--- http://lobotomy.sf.net         |
|                             +--- http://barberaware.org         |
+--- ---- -                                              -- -  ---+
-----BEGIN PGP SIGNATURE-----
Version: GnuPG v1.4.6 (GNU/Linux)
Comment: Using GnuPG with Mozilla - http://enigmail.mozdev.org

iD8DBQFHE/E83wUck/os3BkRAl8MAKCA8QBNd4RS/nnN6fQXP7wMALdUOQCeKlpL
unBAvePBM4GRY9gTGE5+ZdA=
=U8Vu
-----END PGP SIGNATURE-----


More information about the Organizzazione mailing list