[Organizzazione] LD09

Leso simone.martina a gmail.com
Mer 10 Giu 2009 10:59:05 CEST


g wrote:
> Per come la vedo io questo è un problema più teorico che pratico, se un
> tipo viene a farsi installare Linux da noi non possiamo chiedere a lui
> di scegliere. E' come se gli chiedessimo se vuole un Barbera del 2004 o
> un Moscato del 2001
Bell'esempio: infatti il barbera è un vino da pasto e invece il moscato
un vino dolce. Una persona magari non conosce le annate ma può dirti:
per un brasato che vino mi consiglia?
Allo stesso modo, la domanda che dobbiamo porre noi è: lei cosa fa con
il computer? Che windows usa? Quanto lo conosce?
Per esempio, se mi arriva uno che vuole un linux da usare come PDL
(Postazione Di Lavoro) mi sembra poco saggio installare una cosa
ipersbrilluccicosa, preferisco installare una SuSE o una CentOS che sono
belle che pronte per l'ufficio e che vanno toccate il meno possibile (e
per altro hanno un ottimo network manager a differenza di
debian/ubuntu). Se mi arriva uno che mi dice, io faccio grafica e musica
allora posso installargli ubuntu con tutti i pacchetti multimediali.
Se mi arriva uno che mi dice: da quando ho messo Vista il mio dual-core
è lentissimo, gli metto una bella debian super leggera.
> L'unico motivo sensato per consigliargli qualcosa di diverso è se ha hw
> particolarmente vecchio, ma in quel caso la distro conta poco conta più
> il DE.
Ma anche il kernel e i servizi fanno la loro parte: Ubuntu (ma anche
Debian installata avantiavantiavanti) tirano su le peggio porcate (tipo
il Bluetooth anche se non c'è). Una slackware per esempio (e dalla 12.0
ci sono HAL e altre menate per cui il terminale si vede ben poco) è
molto orientata alla leggerezza.
> Il fatto che un utente possa scegliere è il vantaggio e lo svantaggio di
> Linux e del FLOSS, ma tra le tante scelte quella della distro è quella
> più banale, per coerenza allora dovremmo fargli scegliere uno tra  gli N
> Desktop environment disponibili, gli N media player, gli N text editor,..
Ma sta cosa dello "svantaggio" della scelta è proprio il motivo per cui
esiste Linux. Allora se è questo il problema perché non installiamo
Windows o Mac OS X, così lì non c'è il problema della scelta.
A me ubuntu crea solo problemi, perché devo per forza allinearmi alla
tua idea: tu ti ci trovi bene, fai cosa vuoi, ma non imporre agli altri
UBUNTU per forza. Solo perché la Canonical ci regala i CD allora non
significa che quella sia la scelta giusta, altrimenti chiamo la SUN di
Torino e mi faccio mandare 500 CD di OpenSolaris e installiamo quello.
> Non voglio minimizzare sul poter scegliere, ma uno che non è in grado ad
> installarsi Ubuntu, vorrebbe prima di tutto essere indirizzato in
> qualche parte e invece di parlargli di queste SEGHE MENTALI sarebbe
> meglio fargli evitare di sputtanare il sistema al primo aggiornamento o
> spiegargli come gestire partizioni, bootloader o altri aspetti di
> manutenzione meno ovvi.
Tanto alla fine tutto sto discorso è aria fritta, purtroppo (e pensateci
un attimo) al LIP di persone che si fanno installare Linux per la prima
volta ce ne sono poco. Ci sono tantissimi fetenti che arrivano con dei
problemi che non_sono_riusciti_a/non_hanno_avuto_voglia_di mettere a
posto. Quindi il LIP sta diventando sempre più un "computercityaggratis".

Ora, detto tutto questo, propongo di predisporre l'area LIP non solo in
funzione di Ubuntu, ma anche di altre distro di modo da poter avere
almeno i mezzi (CD, mirror, documentazione, skill) per permettere la scelta.
A volte mi sembra che la scelta di Ubuntu non sia tanto legata ad una
idea, quanto più al fatto che gli esperti non sanno installare le altre
distro. Ditemi che mi sbaglio.

Comunque voglio sottolinearlo: _IO MI RIFIUTO DI FARE L'UBUNTU DAY_.

Leso

-- 
##########################
  GRID Computing Sysadmin
  Virtualization Sysadmin
--------------------------
     Skype: simolesux
aMSN: aurisim1 a hotmail.com
--------------------------
   www.torinolibera.org
..........................
     GPG Public Key:
 nesciotibi.homelinux.org
##########################


Maggiori informazioni sulla lista Organizzazione